w le fusa - gatti norvegesi delle foreste
home - gatti norvegesi delle foreste
allevamento w le fusa
chi siamo
contatti - gatti norvegesi delle foreste
il gatto norvegese delle foreste
il norvegese
salute e genetica
i miei gatti
il maschio
le femmine
i neutri
in loving memory
altri gatti
i cucciolil
cuccioli gatti norvegesi delle foreste
cucciolate gatti norvegesi delle foreste
piani - gatti norvegesi delle foreste
i cucciolil
foto gatti norvegesi delle foreste
links - gatti norvegesi delle foreste
links - gatti norvegesi delle foreste








Allevamento Riconosciuto
















CUCCIOLO CON O SENZA PEDIGREE ???

La risposta è molto semplice... SOLO CUCCIOLI CON PEDIGREE!!!!

Ogni cucciolo del mio allevamento possiede il pedigree sia che venga ceduto per compagnia, sia per allevamento poiché questo è l'unico documento in grado di attestare l'appartenenza di un gatto ad una determinata razza, pertanto, esso costituisce il suo "albero genealogico", indispensabile per determinare la sua reale discendenza da altri Gatti Norvegesi delle Foreste da almeno quattro generazioni.
Diffidate da chi vi vende un cucciolo senza pedigree perchè non potrete mai avere la certezza di aver acquistato un cucciolo di pura razza.

Un gatto di razza può costare una cifra rilevante: perché allora non chiedere l'unico documento che attesta e garantisce che non siete stati ingannati?
Alcuni credono che un gatto di razza, ma meno bello, non meriti un Certificato Genealogico: falso. Il Certificato Genealogico non attesta la bellezza del singolo gatto, ma la purezza della genealogia e il rispetto della legge da parte dell'allevatore.

Dunque non c'è motivo per il quale un gattino, magari meno bello dei suoi fratelli, sia ceduto senza Certificato Genealogico: le sue linee sono pure tanto quanto quelle degli altri cuccioli e i protocolli secondo i quali è stato allevato sono gli stessi!
Inoltre il costo all'allevatore non incide in modo particolarmente influente.
Un certificato genealogico in Italia costa dai 10 ai 20 euro pertanto non si può certo affermare che la cifra sia così alta da giustificare l'allevatore che cede cuccioli senza pedigree.



IL GATTO NORVEGESE DELLE FORESTE e IL SIBERIANO SONO ANALLERGICI ???

FATE ATTENZIONE!!!
A volte si leggono degli articoli in rete che indicano il Gatto Norvegese delle Foreste e il Gatto Siberiano come gatti anallergici poichè si sostiene che il Siberiano e il Norvegese delle foreste hanno la caratteristica nel loro corpo che sembrerebbe non portarli a produrre la proteina F l D1 presente nell'organismo dei gatti in generale, che viene emessa quando loro si leccano per la pulizia e da origine a fastidi a chi ne è allergico.
Spesso però, in internet si trova un pò di tutto e di "leggende metropolitane" ce ne sono fin troppe, tanto che a volte risulta difficile saper distingue ciò che sia realmente vero,
oppure no e si finisce col crederci.

Il problema è che l'allergia ai gatti è un fatto del tutto soggettivo.
Mi è capitato di cedere cuccioli di gatto norvegese a persone allergiche ai gatti che in seguito non hanno menifestato alcun segno di allergia al norvegese, mentre ad alte persone hanno dovuto allontanare il gatto da casa, affidandolo a parenti vicini, perchè avevano continue crisi respiratorie.

Per chi soffre di allergie ai gatti, è importante sapere che reazioni provoca la presenza di un gatto, effettuando anche il test in laboratorio e, per capire ancor meglio se possono portare a casa un gatto Norvegese delle Foreste o un gatto siberiano, consiglio di andare a visitare un allevamento che tenga in casa i gatti (non fuori perchè altrimenti possono non avere in casa una gran quantità di proteine allergeniche), ci rimagano per un'oretta o più, il tempo di una visita, un caffè e quattro chiacchere e poi valutino, consultando anche il medico, se il portare a casa un gatto sia dannoso o meno per la loro salute.

Del resto ogni gatto, di razza oppure no, resta sempre e meravigliosamente un gatto!!



DIFFERENZE TRA IL GATTO NORVEGESE DELLE FORESTE e IL MAINE COON ???

Il Maine Coon e il Gatto Norvegese delle Foreste apparentemente sembrano molto simili poichè sono di struttura ossea molto forte e grande e il pelo è semi-lungo in entrambe le razze. A volte le similitudini riescono ad ingannare anche gli occhi esperti in particolare nei primi mesi di vita; tuttavia è importante sottolineare alcune differenze che vi aiuteranno a capire ciò che li contraddistingue.

Il Gatto Norvegese è un' antica razza di gatti provenienti dalla penisola scandinava.

Il nome Maine Coon deriva dallo stato di origine (il Maine) e dall' abbreviazione di "racoon",
nome inglese dell' orsetto lavatore o procione, simpatico mammifero nordamericano dalla coda lunga e pelosa molto simile al gatto maine coon.
Gli antenati dei gatti maine coon sono arrivati probabilmente a bordo di mercantili dall' Inghilterra (esemplari di Angora o progenitori dei Persiani) o dalla Scandinavia (gatto Norvegese delle Foreste) per poi incrociarsi con gatti locali a pelo corto dando origine a questa nuova razza a pelo semi-lungo.

L'aspetto piu' evidente dello loro differenze dal punto di vista fisico e morfologico è la testa: il stop ben definito, mentre il Gatto Norvegese delle Foreste ha il naso senza stop e il profilo è perfettamente dritto.
Un'altra differenza è determinata dalle zampe ed il portamento: il maine coon ha la schiena parallela al terreno quando cammina e le zampe di uguale lunghezza.
Il norvegese ha le zampe posteriori piu' lunghe delle anteriori; questo lo porta ad avere un' andatura piu sinuosa e, secondo alcuni pareri, più elegante.
Da un punto di vista funzionale, questa caratteristica lo aiuta ad arrampicarsi, a saltare ed a camminare sulla neve alta dove procedono a salti ( tipo le lepri e conigli). I piedi molto larghi sono palmati sempre per non affondare nella neve.

Il Norvegese è un gatto naturale e, fortunatamente, non c'è stata manomissione da parte dell' uomo, ma una selezione naturale in luoghi dove nove mesi all'anno sono ricoperti di neve e gelo.

Il maine coon ha l'aspetto più "selvaggio", ma in molti soggetti il pelo è meno lungo del norvegese poichè si è evoluto in climi meno rigidi. Inoltre il maine coon venne selezionato per esaltarne le dimensioni; questo aspetto lo porta ad essere un pò più grande del norvegese, raggiungiono gli 8/10 kg e sono molto lunghi ed alti.

Talvolta , però, la grandezza e l'enorme struttura fisica del Maine Coon non sono caratteristiche apprezzabili per alcuni soggetti che purtroppo soffrono di displasia all'anca.
La displasia all'anca è una patologia genetica, poligenica, per questo difficilissima da controllare nelle selezioni e ciò che ne complica le conseguenze è che, soprattutto nei gatti, si tratta spesso di una patologia inizialmente asintomatica.
Il micio che ne soffre in forma lieve o anche media può condurre, ai nostri occhi, una vita normale.
Il Maine Coon è una razza particolarmente colpita da questa patologia, ma non è certo l'unica e persino i gatti comuni non ne sono immuni. Essendo una patologia ereditaria, è maggiormente presente in quelle razze di gatti dove vi furono lavori di consanguineità abbastanza pesanti: un esempio lo troviamo proprio nel Maine Coon, o anche nei gatti persiani.

 
 
 
 
Chi siamo      Contatti      Il Norvegese      Salute e Genetica      Il maschio      Le femmine      I neutri      In loving memory      Altri gatti      Cuccioli disponibili      Cucciolate      Piani futuri      Le vostre foto      Domande frequenti      Links